Calcio Frosinone
Sito appartenente al Network

Frosinone, dal retroscena Hadjam a Zerbin fino al tetto prestiti: la situazione

Le ultime sulle mosse dei giallazzurri

Un retroscena di mercato risalente agli ultimi giorni, utile a testimoniare il forte interesse nutrito dal Frosinone per Jaouen Hadjam. Il terzino sinistro franco-algerino classe 2003, ufficializzato ieri dallo Young Boys, era finito seriamente nel mirino dei ciociari, i quali avevano palesato al Nantes la propria disponibilità ad accoglierlo con la formula del prestito. L’inserimento improvviso del sodalizio svizzero, però, ha complicato in tempi rapidi i piani. Questo in virtù di condizioni economiche più favorevoli allo stesso Nantes: sul piatto un’offerta da 1,5 milioni di euro più bonus per un trasferimento a titolo definitivo. E l’intesa tra le parti è giunta in modo celere, senza eccessivi problemi.

ZERBIN-POPOVIC E IL TETTO PRESTITI – Detto di Hadjam, il mercato del Leone non è affatto terminato. Tra domani e martedì faranno il loro approdo all’ombra del Campanile Matija Popovic (‘06) ed Alessio Zerbin (‘99), entrambi in prestito dal Napoli. E il ritorno dell’ala nativa di Novara andrà a completare il numero totale di innesti a titolo temporaneo permessi da regolamento. Le nuove norme FIFA entrate in vigore dal 1º luglio 2023, infatti, impongono ad ogni squadra un massimo di sette calciatori acquistati con la suddetta formula. Nel caso del Frosinone, la lista in questione raggiungerà il limite consentito viste le presenze già note di Turati, Cheddira, Barrenechea, Lirola, Okoli e Bonifazi. Nei vincoli, lo ricordiamo, non vanno inclusi i giocatori di età pari o inferiore a 21 anni. 

VALUTAZIONI IN CORSO – Discorsi di carattere normativo che, comunque, pongono all’orizzonte nuovi scenari. Perché altri ingaggi – allo stato attuale delle cose – saranno possibili, ma soltanto in maniera definitiva oppure in prestito con profili U21 (come tentato nel caso di Hadjam, ad esempio). A meno che non dovesse concretizzarsi qualche uscita in relazione ai calciatori citati in precedenza. Fatte queste analisi, per il ruolo di esterno basso mancino – tra i vari – restano in orbita giallazzurra i profili di Adam Masina (‘94) dell’Udinese e Nicolas Cozza (‘99) del Wolfsburg. Due nomi più “facili” in termini di fattibilità economica e sondati prima della vicenda Huijsen. Più semplici, almeno in apparenza, in confronto a Pietro Beruatto. Il classe ’98 del Pisa piace dalle parti di viale Olimpia, ma i toscani sparano alto e partono da una base di 3 milioni di euro. Temi che, ad ogni modo, verranno approfonditi con serenità in queste ultime due settimane di trattative. 

Subscribe
Notificami
guest

1 Comment
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Il centrocampista giallazzurro piace molto sia alla Juventus che all'Atalanta per la prossima stagione...
L'attaccante brasiliano, che a giugno rientrerà a Torino, piace al club portoghese: la Juve pensa...
L'agente dell'attaccante ha parlato ai microfoni di Sportitalia...

Dal Network

Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata storica,...

Il Frosinone cade contro il Milan, decisivi i gol di Gabbia e Jovic. ...

E’ calato il sipario sulla sessione invernale di calciomercato. Dopo le 20:00 di ieri, 1...

Calcio Frosinone