Calcio Frosinone
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Frosinone: o capitano, mio capitano. Lettera aperta a Mazzitelli

il Frosinone ora come ora sembra fragile a livello mentale, sembra aver paura e frustrato per la mancanza di risultati. C'è bisogno di un leader

Il rigore sbagliato da Kaio Jorge con il Sassuolo è costato caro al Frosinone che ha visto sfumare un punto prezioso per la lotta salvezza. Quello che si è visto e soprattutto ciò che ha fatto intendere Di Francesco a fine partita, con una presunta discussione per battere il rigore, non si deve vedere in una squadra che lotta per la salvezza.

E’ un brutto segnale che si dà ai tifosi e ai compagni, qualsiasi sia stato il giocatore ad averlo fatto. In questi casi il primo che dovrebbe intervenire è il capitano. Non a battere il penalty se non se la sente, ma a riportare la tranquillità e far rispettare ‘gli ordini’ di scuderia, senza se e senza ma.

Proprio a Mazzitelli, capitano e leader simbolico di questa squadra, rivolgiamo questo pensiero: il Frosinone ora come ora sembra fragile a livello mentale, sembra aver paura e frustrato per la mancanza di risultati.

Tu stai facendo un campionato eccezionale, forse il migliore della tua carriera, specialmente in massima serie. Serve però, da capitano, quel qualcosa in più, quella cattiveria, quel carisma e quel pizzico di malizia che solo tu (e pochi altri) puoi dare a questa squadra così giovane.

Serve che li prendi per mano e gli insegni adesso qualche trucchetto del mestiere, specialmente per gestire determinati momenti della partita. Sembra paradossale ma è così normale che una squadra in lotta per la salvezza abbia ricevuto solo un’espulsione, peraltro la tua (ingiusta) a Bologna? Non diciamo di iniziare di punto in bianco a menare gli avversari in maniera insensata, ma qualche volta si può usare anche un pizzico di malizia e far sentire di non essere dei pivellini, quello sì.

Serve tutto in questo finale di stagione, anche intervenire duro se c’è da intervenire duro. Serve tutto. Serve mettere in campo la fame e l’esperienza che tu hai da vendere ma che devi in qualche modo far avere anche ai tuoi compagni. O capitano, mio capitano, sei l’uomo più importante in questo momento, i tifosi giallazzurri e i tuoi compagni si affidano a te per scrivere la storia.

Subscribe
Notificami
guest

16 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Sono ben undici le partite terminate senza subire gol dai granata. Come loro solo il...
Tutti i calciatori che nella loro carriera hanno vestito sia la maglia giallazzurra che quella...
Il Frosinone ha subito 36 reti in 15 partite, gli stessi di una big d'Europa...

Dal Network

Il prossimo 31 maggio alle ore 20.45, presso lo Stadio Benito Stirpe di Frosinone, avrai...

Joe Barone non ce l’ha fatta. Dopo il malore che lo ha colpito domenica pomeriggio, si...

Altre notizie

Calcio Frosinone