Calcio Frosinone
Sito appartenente al Network

Verona-Frosinone 1-1, Di Francesco: “Bicchiere mezzo pieno. Caso non convocato perché è in uscita”

Le parole dell'allenatore giallazzurro al termine del match contro la formazione di Baroni

Punto importante per il Frosinone, che dopo un brutto primo tempo riesce a conquistare il pari al “Bentegodi” contro il Verona. Al termine dell’1-1 finale l’allenatore giallazzurro Eusebio Di Francesco è intervenuto in conferenza stampa per commentare il match.

SULLA PARTITA: “Il primo tempo non abbiamo fatto bene, pensiamo a quello che abbiamo fatto meglio nel secondo. Maggiore cattiveria del Verona, più aggressivi. Per voi sembra facile, ma far giocare dei terzini centrocampisti per tutta la partita non è facile. Siamo stati ingenui sui rigori ma siamo andati bene in altre cose. Nella ripresa ho rivisto il vero Frosinone, nella prima frazione di gioco siamo stati più passivi”.

SUGLI INFORTUNI: “Sono tanti infortuni traumatici, per quelli si può parlare di sfortuna. Per quelli fisici si può dire che alcuni calciatori che sono arrivati e devono giocare per necessità, si allenano nonostante fastidi e poi si fanno male. Peccato perché non abbiamo più terzini e mi auguro che il direttore possa regalarcene qualcuno in questi ultimi giorni di mercato”.

SULL’ASSENZA DI CASO: “Non è convocato perché la società ha deciso di metterlo sul mercato, quindi la scelta è societaria e poi tecnica. Durante il mercato il mister non entra nel merito, il direttore sa cosa fare. Mi ha portato Ghedjemis che oggi ha fatto molto bene, arriva dalla Serie C francese. Angelozzi me lo ha portato, l’ho allenato e mi piace fare queste cose. Mi fido e mi affido totalmente ad Angelozzi”.

SUL RISULTATO: “Bicchiere mezzo pieno perché dovevamo tenere sotto il Verona anche se ha perso dei giocatori importanti. Ne ha messi dentro altri che sono molto interessanti, Sogliano è molto bravo”.

SULLA SUA ESPERIENZA A VERONA: “Da Juric ho imparato alcune cose. Giudicare un allenatore dopo 3 partite non è sempre oggettivo. Dopo 5 giorni che sono andato via hanno vinto con la Roma, per cui erano allenati. Evidentemente le cose non giravano e l’allenatore è quello che paga sempre. Per me è stata un’esperienza positiva, perché si ha sempre qualcosa da imparare”.

Subscribe
Notificami
guest

15 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Sono 7 i precedenti con il fischietto romagnolo per i giallazzurri...
Il club bianconero annuncia il tutto esaurito per i tifosi di casa...
Il club nerazzurro sarebbe disposto ad accettare un'offerta da 35 milioni cash più il cartellino dell'argentino...

Dal Network

Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata storica,...

Il Frosinone cade contro il Milan, decisivi i gol di Gabbia e Jovic. ...

E’ calato il sipario sulla sessione invernale di calciomercato. Dopo le 20:00 di ieri, 1...

Calcio Frosinone