Calcio Frosinone
Sito appartenente al Network

Frosinone, Di Francesco: “Con il Torino serve uno Stirpe infuocato, ne abbiamo bisogno”

Le parole dell'allenatore giallazzurro alla vigilia del match contro il Toro

Vigilia di campionato per il Frosinone, che domani alle 12:30 scenderà in campo al “Benito Stirpe” contro il Torino di Ivan Juric. L’allenatore giallazzurro Eusebio Di Francesco è intervenuto in conferenza stampa per presentare la partita contro i granata.

Sulla partita: “Sarà sicuramente una gara da prendere con le molle contro una squadra molto forte che ha giocatori importanti”.

Su Harroui: “Ha fatto un allenamento e mezzo con la squadra, sarà convocato ma dobbiamo avere un po’ di pazienza per riaverlo al top. Se servirà potrà fare qualche minutino”.

Sugli indisponibili: “Pol ha fatto un allenamento e mezzo con la squadra e bisognerà valutare le sue condizioni. Gelli si è allenato con discontinuità ma sarà convocato. Mazzitelli non si è allenato con la squadra e non ci sarà”.

Sul Torino: “Non credo che sarà una partita molto diversa da quella di Coppa Italia, perché l’identità dei granata è quella. Loro hanno una grande fisicità e dobbiamo cercare di limitarla al meglio. Sono in grande condizione fisica, hanno ritrovato un gran giocatore come Zapata che ha fatto doppietta la settimana scorsa”. 

Sul modulo: “Non so qual è il modulo che adotterò, lo deciderò stanotte”. 

Sul vice-Barrenechea: “Non abbiamo molte alternative, è l’unico vero play che abbiamo. Non so dirti chi può sostituirlo anche se un’idea di massima ce l’ho”. 

Sulle difficoltà della sua squadra: “Reinier non ha un buon passo, ha un’ottima tecnica. Il passo ce l’hanno altri giocatori come Gelli, che ha il cambio di ritmo. Domani verranno a mancare un po’ di riferimenti rispetto ad altre partite, questo sì. Però sono convinto che faremo una grande partita”. 

Sul “fattore Stirpe”: “Oggi a noi mancano i giocatori, ma non deve essere un alibi anzi deve spingere chi gioca poco a fare meglio. Qualche sorpresina ci sarà, la vedrete domani in formazione. Chi scenderà in campo dovrà dare il meglio di sé e mi auguro che domani lo stadio sia ancor più caloroso visto che ne abbiamo bisogno”. 

Su Marchizza: “Ha avuto uno strappo muscolare, chiamiamolo così per semplificare. Lui aveva un grandissimo stato di forma, non aveva saltato un allenamento. Sono sorpreso dal suo infortunio, ma ce lo potevamo aspettare perché è reduce da un periodo della sua carriera dove ha giocato pochissimo”. 

Sull’attaccante: “Ho già scelto chi giocherà, non tanto in base alle caratteristiche del Torino ma per quello che ho visto in settimana”.

Su Garritano: “Luca secondo me rende meglio da esterno che da trequartista. E’ un’alternativa ma non è la sua caratteristica migliore”. 

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Le parole del direttore giallazzurro a Tuttosport su Matias Soulé...
Out i soliti Marchizza, Oyono e Bonifazi. Rientrano Zortea, Garritano e Ghedjemis...
Il divario tecnico tra le due squadre è tanto ampio da spingere i pronostici in...

Dal Network

Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata storica,...

Il Frosinone cade contro il Milan, decisivi i gol di Gabbia e Jovic. ...

E’ calato il sipario sulla sessione invernale di calciomercato. Dopo le 20:00 di ieri, 1...

Calcio Frosinone