Calcio Frosinone
Sito appartenente al Network

Frosinone, Stirpe: “Ibrahimovic farà una grande carriera. Soulé è un punto di riferimento”

Il patron giallazzurro sull'argentino: "Spero che la Juventus non ce lo richieda a gennaio. Qualora lo dovesse richiedere noi ci metteremo seduti al tavolo"

Nella serata di TMW Radio, all’interno di “Piazza Affari”, è intervenuto il Presidente del Frosinone Maurizio Stirpe. Ecco la seconda parte delle sue dichiarazioni riportate da TuttomercatoWeb.

Ibrahimovic – “Farà una grande carriera se saprà mantenere nella testa le qualità che lo hanno già messo in evidenza: applicazione, costanza, essere al posto giusto nel momento giusto. Ibrahimovic a 17 anni ragiona come un uomo adulto”.

Soulé –  “È diventato progressivamente un punto di riferimento del quale difficilmente potremo fare a meno. Spero che la Juventus non ce lo richieda a gennaio. Qualora lo dovesse richiedere – con tutta franchezza – noi ci metteremo seduti al tavolo. Metteremo sul piatto della bilancia anche le volontà del giocatore”.

Cosa sta dando il territorio al Frosinone Calcio e cosa sta dando il Frosinone Calcio al territorio?
“Penso di aver dato e ricevuto tanto dal territorio. Il rapporto per ora è entusiasmante. Speriamo di poter fare ancora tanta strada. Quando arriverà il momento di lasciare, spero di lasciare un’attività che sia in grado di poter procedere sulle sue gambe”.

Il calcio continuerà ad essere un ramo importante dal punto di vista industriale in Italia?
“Dobbiamo valorizzare le qualità del calcio immaginando un prodotto che sia esportabile. Il piano operativo deve valorizzare tutto il movimento che esprime il mondo professionistico attuale. Non è stata ancora compiuta una riflessione approfondita, che considero invece urgente o saremo superati dalle altre federazioni. Servono infrastrutture per gli spettatori e per sviluppare i settori giovanili. Gli uomini non sono mai dei numeri, ricordiamocelo. Va creato un rapporto identitario con gli sponsor che affiancano le squadre di calcio”.

Lei è una persona schiva come dicono?
“Sono molto rispettoso dei ruoli che uno ha. Le relazioni devono tenerle i miei dirigenti, perché loro scelgono i giocatori e sono loro che sanno come e quando parlare loro. Mi limito a tracciare il perimetro del campo da gara”.

LEGGI LA PRIMA PARTE

Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Il club nerazzurro sarebbe disposto ad accettare un'offerta da 35 milioni cash più il cartellino dell'argentino...
Con la Juventus saranno a completa disposizione, così come Romagnoli che tornerà dalla squalifica...
Multa di 2mila euro per i giallazzurri, il doppio per i capitolini...

Dal Network

Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata storica,...

Il Frosinone cade contro il Milan, decisivi i gol di Gabbia e Jovic. ...

E’ calato il sipario sulla sessione invernale di calciomercato. Dopo le 20:00 di ieri, 1...

Calcio Frosinone