Calcio Frosinone
Sito appartenente al Network

Visioni e ricerca del talento: Longo, lo “007” giallazzurro premiato al Gran Galà Del Calcio

Il dirigente originario di Modugno è una delle figure poco conosciute ma decisamente preziosa nella macchina giallazzurra

Il Frosinone azienda ragiona e agisce di squadra. Ogni componente fa il suo e il risultato finale diventa soddisfazione condivisa, trovando spazio in quella che si sta affermando come una delle più belle realtà applicate al calcio in Italia. La figura di Gianluca Longo, riferimento scouting dell’area tecnica del Leone, tende a ritagliarsi un ruolo chiave. Magari non di primo piano agli occhi di media e appassionati ma decisamente molto preziosa nella macchina giallazzurra. E martedì sera al Gran Galà del Calcio 2023, nell’ambito dei Best Awards relativi alla passata stagione, è arrivato il giusto riconoscimento con la consegna del premio come “Miglior Responsabile Area Scouting”. Chapeau, viene facile da dire.

TALENTI – Originario di Modugno, è parte integrante dello staff di Guido Angelozzi sin dal 2018 allo Spezia. A dicembre 2020, poi, lo ha seguito all’ombra del Campanile accompagnandolo nell’ambiziosa opera di ricostruzione del club frusinate. Nel metodo e nelle idee, per una rinnovata crescita fondata su un calcio sostenibile e propositivo. La sua firma è stata ben in vista su operazioni di prospettiva di prima fascia. Da Oyono ai più attuali Çuni e Kvernadze, passando per i remoti Gatti e Boloca, osservati per anni prima degli assalti decisivi. Da sconosciuti a protagonisti in virtù di una sinergia operativa proficua, portatrice di risultati di rilievo grazie anche al supporto del campo con allenatori in grado di valorizzarne al meglio le potenzialità. La storia del già citato Gatti è eloquente: il “team Angelozzi” lo ha attenzionato nel Verbania in D, ne ha seguito l’evoluzione alla Pro Patria in C per poi ingaggiarlo a Frosinone. Stesse dinamiche che potrebbero essere applicate anche a tantissimi altri giocatori ora divenuti noti. 

RICERCA COSTANTE – Il modus operandi dello “007” Longo, coadiuvato dagli altri volti dell’area scouting, si configura in un limpido quadro lavorativo all’interno del quale le analisi e le relazioni stilate durante la stagione attraverso viaggi costanti in giro per il mondo – oltre a visioni video e focus sui dati – forniscono al responsabile dell’area tecnica un flusso di informazioni su tanti ragazzi potenzialmente “futuribili”. Il Frosinone ora è sempre presente alle competizioni giovanili internazionali più importanti con gli occhi attenti dei propri osservatori. Ed è da queste basi che, sostanzialmente, si parte per tracciare le linee guida del mercato. A concedere il benestare agli affari, a supervisionare il tutto e a seguire in prima persona le trattative fino a chiuderle, ovviamente, c’è Angelozzi. È suo il merito di essersi costruito nel tempo un team affidabile, professionale e soprattutto votato alla ricerca della qualità. Luci illuminanti di un modello che funziona: è il modello Frosinone.  

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

I vostri voti ai giocatori del Frosinone il match dell'Allianz Stadium contro la formazione di...
I voti ai calciatori giallazzurri dopo il match dell'Allianz Stadium contro la squadra di Allegri...
Il Frosinone per cercare di ottenere la salvezza deve accrescere questo aspetto e migliorare alla...

Dal Network

Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata storica,...

Il Frosinone cade contro il Milan, decisivi i gol di Gabbia e Jovic. ...

E’ calato il sipario sulla sessione invernale di calciomercato. Dopo le 20:00 di ieri, 1...

Calcio Frosinone