Calcio Frosinone
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

“Have fun and smile”: questo Frosinone è un parco giochi

Una squadra giovanissima che vince, diverte e si diverte... con "papà" Eusebio che li guarda soddisfatto

“Have fun and smile”, divertitevi e sorridete. Sono queste le parole che Di Francesco ha detto ai tre ragazzi che non parlano italiano (Reinier, Ibrahimovic e Cuni) prima di scendere in campo contro l’Empoli. E l’allenatore del Frosinone è stato preso alla lettera. Sì perché lunedì sera allo “Stirpe” di sorrisi ce ne sono stati parecchi e il primo è stato proprio quello di DiFra, che per sua stessa ammissione si sta “divertendo tantissimo” alla guida dei giallazzurri.

Il successo contro gli azzurri di Andreazzoli è la risposta che serviva dopo la rimonta shock subìta a Cagliari. Certo, di mezzo c’è stata la vittoria in Coppa Italia a Torino, ma tornare a vincere in campionato davanti ai propri tifosi ha un altro sapore. Il margine di 7 punti dal terzultimo posto consentirà a Mazzitelli e compagni di andare ad affrontare l’Inter a “San Siro” con la mente sgombra da ogni pressione. A prevalere, conoscendo questi ragazzi, sarà la voglia di continuare a stupire.

Senza paura, con la sfrontatezza e quel pizzico di follia che solo i giovani ti sanno dare. Ragazzi giovanissimi – l’età media dell’11 iniziale contro l’Empoli era di 22,9 anni – che sono diventati un gruppo, una squadra vera. I giovani sono come dei figli per me e vanno presi nel modo giusto, carota e bastone”, ha dichiarato Di Francesco. Calciatori che si divertono e fanno divertire. “Sentivo i tifosi gioire per ogni nostra giocata, questa per me è un’altra grande soddisfazione”.

Al di là dei fondamentali 3 punti conquistati, i giallazzurri sono sembrati più maturi anche grazie allo “schiaffo” preso domenica scorsa in Sardegna. E poi c’è una cosa che è sotto gli occhi di tutti ma che spesso non viene sottolineata come se fosse la normalità: il Frosinone è bello da vedere. Una squadra con un’identità ben definita e che ha un’idea di gioco chiara. Il tutto impreziosito da alcuni calciatori che a livello qualitativo non hanno nulla da invidiare alle big del campionato.

La festa sotto la “Nord” al termine della partita è uno spettacolo. Turati con il megafono che lancia i cori e getta i compagni nel mischione, Reinier che alza un microfono ambientale da terra come se fosse una coppa. In generale tanti sorrisi, pronti per un altro giro di giostra nel parco giochi a tinte giallazzurre.

Subscribe
Notificami
guest

21 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Sono ben undici le partite terminate senza subire gol dai granata. Come loro solo il...
Tutti i calciatori che nella loro carriera hanno vestito sia la maglia giallazzurra che quella...

Dal Network

Il prossimo 31 maggio alle ore 20.45, presso lo Stadio Benito Stirpe di Frosinone, avrai...

Joe Barone non ce l’ha fatta. Dopo il malore che lo ha colpito domenica pomeriggio, si...

Altre notizie

Calcio Frosinone