Calcio Frosinone
Sito appartenente al Network

Frosinone-Verona 2-1, Di Francesco: “Classifica? I 12 punti sono ottimi, ma non dobbiamo accontentarci”

Le parole dell'allenatore giallazzurro al termine del match contro la formazione di Baroni

Tre punti d’oro per il Frosinone, che vince 2-1 con il Verona e arriva alla sosta per le nazionali con una vittoria importantissima per la sua classifica. Al termine del match Eusebio Di Francesco, intervenuto in sala stampa, non può che essere soddisfatto della prova dei suoi ragazzi.

Sulla partita: “E’ la vittoria più importante perché è l’ultima. Oggi voglio guardare la classifica e penso che 12 punti siano ottimi, ma non dobbiamo accontentarci né abbassare la guardia. Abbiamo fatte delle scelte in base alle caratteristiche dell’avversario. Cerchiamo di sfruttare al meglio la nostra forza e le debolezze degli avversari. Alla fine ce la siamo un po’ complicata perché ci siamo abbassati troppo, ma bisogna dare modo a questa squadra di crescere perché è molto giovane”.

Su Garritano: “Luca era in dubbio fino a giovedì, poi lo abbiamo provato venerdì e sabato e non abbiamo esitato a metterlo in campo. Gli devo fare i complimenti, non per la partita ma per l’atteggiamento che ha avuto fin da quando sono arrivato. Faccio i complimenti a lui e a tutti i ragazzi. Sono per la democrazia e do una chance a tutti quelli che si allenano a mille all’ora, prima o poi tutti diventano importanti”. 

Sulla prestazione: “Non so se è stata la migliore fatta in casa, ma penso sia stata un’ottima gara. Nell’insieme sono davvero contento della prova di questa gara, un po’ meno nel finale ma ci sono diverse partite nelle partite”. 

Su Turati: “Stefano è un portiere moderno, ha grandi qualità con i piedi. Deve ancora imparare alcuni tempi di giocata, nel primo tempo avrebbe potuto sfruttare al meglio questa sua caratteristiche. Ma ricordiamoci sempre che è un 2001 che sta giocando molto bene”.

Sulla classifica: “Mi piace guardare in faccia la realtà ed è bellissima. Voglio che la mia squadra si diverta, così come i tifosi che oggi sono stati fantastici”. 

Su Reinier: “Ha esordito all’ottava giornata perché era giusto che esordisse all’ottava. Per poter portarlo a ina condizione cosicché partisse a inizio gara serviva questo. Questa settimana mi ha dato delle risposte positive, io guardo tutto e ha avuto questa opportunità. Dopo il gol ha dimostrato oltre di essere un giocatore con i piedi buoni anche un giocatore con il calcio in testa”. 

Su Soulé: “Oggi avrebbe dovuto fare 3 gol (ride, ndr). Appena è finita la partita è venuto da me e mi ha detto che gli devo una cena, sia a lui che a tutta la sua famiglia… ma loro sono davvero tanti, mi ha fregato. E’ un talento, e i giocatori che hanno talento vanno messi in campo per dargli modo di esprimersi”. 

Subscribe
Notificami
guest

1 Comment
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Nel Frosinone si vede Kaio dal primo minuto....
Le ultime sulle due squadre che domenica alle 12:30 scenderanno in campo al "Benito Stirpe"...
Calcio Frosinone