Calcio Frosinone
Sito appartenente al Network

Frosinone, Di Francesco: “Contentissimo di ripartire. Non servirà spensieratezza ma spregiudicatezza”

Le parole dell’allenatore giallazzurro alla vigilia dell’esordio in campionato contro il Napoli

Vigilia di campionato per il Frosinone di Eusebio Di Francesco, che domani alle 18:30 scenderà in campo contro il Napoli. L’allenatore giallazzurro è intervenuto in conferenza stampa per presentare il match.

Sull’esordio: “Partiamo dal concetto legato agli obiettivi delle due squadre: giochiamo contro i campioni d’Italia, non ce lo dimentichiamo. Loro ambiranno a rivincere questo campionato mentre noi dobbiamo lavorare per mantenere la categoria. Ognuno andrà in campo per i propri obiettivi e per disputare il suo torneo ad alti livelli. E’ la prima partita, ci sarà grande entusiasmo, coraggio, voglia di affrontare questa gara e, oltre a tutto questo, per quanto ci riguarda va messa tanta attenzione tattica. Dobbiamo restare sempre dentro il match fino alla fine. Ben sapendo che davanti avremo dei campioni che possono decidere da un momento all’altro la gara. Di questo ne dobbiamo tenere conto e ci stiamo preparando in questa direzione”.

Sulle emozioni: “E’ bellissimo ripartire, è un presupposto. Sai quando lo stomaco si chiude un pochino? Sono quelle sensazioni uniche che ritrovi e che avevi quando facevi il calciatore e ora le hai da allenatore. E sono quelle sensazioni che ti tengono vivo, che ti fanno amare questo lavoro. E per questo sono contentissimo di ripartire. Ma non sto pensando a me stesso, faccio il ragionamento sul Frosinone, sul gruppo a livello generale. Ecco che assume una particolare importanza il ‘noi’, sentire tutti insieme il senso di appartenenza, mostrare con orgoglio questo stemma sul petto. Lo stemma che va fatto vedere ai nostri tifosi, alla nostra gente, l’orgoglio di combattere partita dopo partita. La prima cosa a cui penso è ai ragazzi, che dovranno affrontare il Napoli non con spensieratezza ma con un tantino di spregiudicatezza. E’ una partita nella quale i valori, lo sappiamo, sono differenti. E nella quale noi avremo tanti esordienti o giocatori che hanno poca esperienza in questo campionato. E’ evidente che il gap c’è, noi lo dovremo colmare con tutte queste caratteristiche a cui ho fatto cenno”.

Sulla partita: “Beh, non lo posso dire pubblicamente, magari ne parleremo qui domani. Ma le strategie fanno parte del nostro lavoro. Noi ci stiamo preparando, non solo a difenderci ma anche a cercare di far male all’avversario, tentare di disarmare le loro grandi qualità. Ci saranno alcuni momenti in cui saremo più propositivi, in altri più difensivi. Abbiamo pensato ad una partita nella quale dovranno essere bravi loro a chiuderci nella nostra area, sennò cercheremo di ribattere colpo su colpo. Abbiamo preparato questa gara con tutte le fasi che si possono prospettare”.

Sulla psicologia della partita: “Di esami quest’anno ce ne saranno tanti, vanno affrontati con equilibrio e la giusta attenzione. E’ una partita e ce ne saranno altre 37. Sono convinto che questa squadra darà il massimo, sempre. E’ quello che sta mostrando e dimostrando ogni giorno durante gli allenamenti. Daremo tutto, tutti noi. E ribadisco che c’è anche una grande presenza ed attenzione da parte della Società, la squadra sappiamo che va completata ma per quelli che sono gli effettivi io posso dire solo bene. Affronteremo alla grande questo primo esame, ne sono certo”.

Sul momento: “Secondo me invece vanno caricati a pallettoni, è il contrario. Questa è una grande opportunità per tutti noi e le opportunità vanno sfruttate al meglio. E poi le sorprese sono sempre dietro l’angolo. Se dovessimo guardare alle prospettive di questa gara, sono tutte a favore del Napoli come è giusto che sia, perché i numeri e la qualità unitamente allo spessore sono tutte dalla parte dei nostri avversari. Questa squadra comunque a livello generale ha cambiato poco. Credo che, al di là del ruolo di difensore centrale dove c’è comunque Juan Jesus, hanno un esordiente come Natan. Come è esordiente il centrocampista Cajuste. Ma parliamo di gente di spessore, di grande fama. Noi avremo invece dei ragazzi che giocavano con poca frequenza in serie B o altri, come Cuni, che giocava nella serie C tedesca. Abbiamo però tanti giocatori con una grande voglia di mettersi in evidenza, dovranno essere carichi ma sanno anche di dover preparare questa gara nel modo giusto. Una partita, ripeto, da giocare insieme. Noi dobbiamo lavorare di squadra, non dovremo pensare di giocarla da soli. Sarebbe l’errore più grande”.

Sulla vigilia: “Se parla per me, questo è l’anno zero. Per tanti motivi. Sono ripartito con l’idea di non guardare al passato ma al presente. Che mi dà tanto entusiasmo e positività. La partita va affrontata in questa direzione”.

Sulla preparazione: “Peserà la preparazione atletica, tecnica, tattica. Ma ricordiamoci sempre che in campo vanno due squadre. C’è un avversario pesante davanti. Vedremo cosa metteremo in campo. Noi abbiamo lavorato tanto sotto tutti i punti di vista. Mi auguro che questo lavoro sia poi trasformato in una grande prestazione”.

Su Cheddira: “Non è un nostro giocatore, io posso parlare solo di giocatori a disposizione. Se mi chiedete se è un buon giocatore, vi rispondo che è un ottimo attaccante”.

Sui tifosi: “Ho un bellissimo ricordo dei tifosi, un ricordo di sportività. Mi auguro che sia una bella partita di calcio. Mi aspetto tanto calore della nostra gente, anzi mi attendo più calore da parte dei tifosi del Frosinone. Sono convinto che giocando in casa faranno sentire il loro grande calore, come hanno sempre dimostrato”.

Sui nuovi: “Se parla di Barrenechea e Cerofolini sono tutti disponibili e chi partirà dall’inizio, al momento… non lo sa nessuno. E non posso certo dirlo. Mi piace averli tutti sulla corda, qualcuno lo avrà capito e qualcuno meno. La formazione la darò verso l’ora di pranzo. Ho anche convocato Canotto, che è rientrato a far parte della rosa, la novità che non conoscevate prima”.

Fonte: Frosinonecalcio.com

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

I rossoneri sono contati sia in difesa che in attacco. Molto probabilmente uno tra Calabria...
Soulé e Monterisi sono stati inseriti dalla Lega tra i migliori dell'ultimo turno di campionato...
La lettera dell'allenatore giallazzurro nella quale ripercorre gli ultimi anni della sua carriera...
Calcio Frosinone