Calcio Frosinone
Sito appartenente al Network

Frosinone, Angelozzi: “Oyono può arrivare ai livelli di Gatti”

Il direttore dell’Area Tecnica giallazzurra è intervenuto nel corso della trasmissione ‘Bordocampo Serie B’ su Teleuniverso

Guido Angelozzi, direttore dell’Area Tecnica del Frosinone Calcio, è intervenuto nel corso di ‘Bordocampo Serie B’, trasmissione in onda su Teleuniverso. Il DS ha fatto una panoramica anche sul prossimo futuro.

Sul futuroNon si parla di futuro in questo momento perché ci sono tanti giocatori che sono in prestito, anche se tutti vorrebbero restare, ma questo non dipende solamente da noi. Ci sono poi altre situazioni da sistemare delle quali parleremo a tempo debito. Posso dire che abbiamo la fortuna di avere in rosa un capitano come Lucioni, che è un leader in tutti i sensi. Ma non solo, anche Sampirisi, Garritano, Szyminski sono dei ragazzi meravigliosi. Tutti cercano di essere partecipi di questo progetto e vogliono arrivare all’obiettivo prefissato.

Anche dopo la sconfitta casalinga contro il Cosenza, i ragazzi si sono rimessi subito al lavoro per prepararsi e cercare di riscattarsi nella trasferta di Perugia. Nello scegliere i calciatori da acquistare oltre all’aspetto tecnico, guardo anche quello umano.

Per esempio Oyono non lo conoscevo bene. E’ un giocatore forte, un diamante da sgrezzare. Se continuerà ad avere i miglioramenti attuali sarà un giocatore che potrà arrivare ai livelli di Gatti”.

Il Frosinone può diventare un modello? Siamo una Società che sta cercando di portare avanti un certo tipo di progetto. Ci sono Società che sono più avanti di noi. Io ho lavorato al Sassuolo, quello emiliano si può definire un modello da seguire, così come lo sono Empoli ed Atalanta. Il Frosinone potrà diventare una squadra che può crescere tantissimo. Speriamo che il Presidente Stirpe potrà portare avanti ancora a lungo questa Società perché non vedo altri imprenditori che possono supportare questo tipo di impegno. Bisogna dire grazie al Presidente. Lui vuole che si costruisca un certo tipo di modello e noi ci stiamo lavorando”.

Pensa che in futuro nel progetto Angelozzi ci possa essere spazio per qualche giovane giallazzurro che si sta distinguendo nel campionato di Primavera 1?

“Per noi la Primavera e tutto il Settore Giovanile devono essere una crescita. Se una Società vuole rappresentare un modello deve crescere anche sotto questo aspetto. Ci stiamo lavorando in questo. Sabato scorso erano in panchina con la Prima Squadra due ragazzi come Palmisani e Selvini, entrambi classe 2004 e che spesso si allenano con i grandi.

Nella mia storia calcistica, in passato, se ho avuto giocatori forti in Primavera, li ho successivamente portati in Prima Squadra. Per cui, lavoriamo sul Settore Giovanile anche per cercare di portare qualche ragazzo vicino alla nostra realtà. Bracaglia che si è recentemente infortunato alla spalla è un ragazzo che aspira ad entrare nel roster della Prima Squadra. Sono convinto che nel medio-lungo termine qualche giocatore arriverà a giocare con i più grandi”.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

L'attaccante brasiliano, che a giugno rientrerà a Torino, piace al club portoghese: la Juve pensa...
L'agente dell'attaccante ha parlato ai microfoni di Sportitalia...
Anche il Frosinone tra i 500 Club di tutta Europa che fanno parte della grande...

Dal Network

Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata storica,...

Il Frosinone cade contro il Milan, decisivi i gol di Gabbia e Jovic. ...

E’ calato il sipario sulla sessione invernale di calciomercato. Dopo le 20:00 di ieri, 1...

Calcio Frosinone