Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Frosinone, Grosso: “Non dobbiamo guardare la classifica, pensiamo a noi stessi. Sugli infortunati per Brescia…”

I giallazzurri hanno battuto 2-1 il Modena nella prima gara del 2023

Inizia nel migliore dei modi il 2023 del Frosinone, che in casa al Benito Stirpe è riuscito a battere 2-1 il Modena di Attilio Tesser grazie ai gol di Insigne e Caso. Al termine del match l’allenatore dei giallazzurri ha commentato l’andamento della gara.

Sulla partita: “Sono stato contento anche del primo tempo consapevole che era una formazione con tanti ragazzi e qualcuno che aveva giocato poco. Avevamo diverse assenze a centrocampo e tenere il ritmo per 90 minuti sapevo che sarebbe stata dura. Abbiamo fatto un primo tempo solido e nella ripresa siamo venuti fuori. Sul finale il Modena è stato bravo a riaprire la partita e ci ha messo sotto pressione, ma noi dovevamo chiuderla con il 3-0 perché nelle occasioni 3 contro 1 va fatto gol punto e basta. Faccio comunque i complimenti ai ragazzi“.

Sulla classifica: “Non la dobbiamo guardare, dobbiamo guardare a noi stessi e cercare di fare il massimo ogni partita. Abbiamo fatto delle belle cose e delle cose che dobbiamo migliorare. Dobbiamo e possiamo vivere di più i finali di partita, anche se avevamo dei giocatori molto stanchi come Kalaj e Sampirisi“.

Sugli indisponibili: “Stiamo rispettando le tempistiche dei vari infortuni. Stanno riprendendo, spero di reinserirli presto perché sono importanti. Lucioni e Kone sono stati scontri di gioco e li stiamo reinserendo piano piano. L’unico che abbiamo rallentato nel percorso è stato Mazzitelli perché aveva accusato un nuovo fastidio. Per Boloca vediamo domani come sta perché aveva un fastidio a un polpaccio. Per Brescia è più probabile che siano a disposizione gli ultimi due, i primi due dobbiamo ancora vedere“.

Sul mercato: “Non mi piace parlare di questo argomento perché mi fido ciecamente di chi deve fare questo lavoro. Il direttore ha grande esperienza e sa benissimo dove e se c’è bisogno di fare qualcosa, premettendo che come ha detto lui questo è un gruppo che va rispettato perché ha già fatto cose importanti“.

Su Insigne: “Il merito non è il mio ma dei ragazzi, perché hanno qualità. Possono sbagliare e continuano a crescere“.

Su Vialli: “Non ho avuto l’opportunità di conoscerlo da vicino, ma sono molto triste perché è un ragazzo che ha trasmesso valori importanti“.

 

 

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News