Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Frosinone, rigore dubbio: episodio simile a quello con il Cagliari, ma lì andò diversamente

I giallazzurri perdono ma non sfigurano contro la principale candidata alla promozione diretta. Il Frosinone reclama un rigore nel finale

Il Frosinone perde la sua quarta partita del campionato e vede assottigliarsi il distacco dalle inseguitrici, ora a 3 e 6 punti. Con il Genoa è stata una gara decisa da un episodio da calcio piazzato nel primo tempo.

La difesa giallazzurra si è fatta trovare impreparata sul primo palo, con Bani che è riuscito a spizzare e mettere nelle condizioni Gudmundsson di segnare il più semplice dei gol.

Un’azione che il Genoa ha replicato anche dopo, con Mazzitelli che per poco non spingeva la palla nella propria rete, colpendo la traversa. Un Frosinone ingenuo nella circostanza.

I giallazzurri nel finale di primo tempo hanno provato a raddrizzare la partita, senza però riuscirci. L’occasione più nitida per pareggiare è capitata sui piedi di Boloca con un tiro che ha trovato la respinta di Strootman sulla linea di porta.

Nella ripresa è stata una gara più nervosa che altro, con poche azioni da una parte e dall’altra. Nel finale, però, il Frosinone recrimina per un calcio di rigore non concesso dall’arbitro Sozza: tiro di Lulic da fuori area, palla che viene respinta prima dal ginocchio di Ilsanker e poi dal braccio, molto largo.

Un rigore non evidente ma che si poteva anche dare. Come del resto quello di Lapadula in Frosinone-Cagliari al 95′. Falli di diverso genere, ma in nessuno dei due casi evidenti. L’arbitro però in quella circostanza fu “più coraggioso” e assegnò il tiro dal dischetto a tempo scaduto ai sardi.

In B un fallo molto simile a quello di ieri di Illsanker è stato fischiato in favore del Parma nella sfida contro il Benevento di due settimane fa. In quel caso, a differenza della gara del Marassi, l’arbitro assegnò il penalty. Una regola, quella sul fallo di  mano, che andrebbe cambiata o quantomeno bisognerebbe avere uniformità di giudizio per non sfavorire nessuno nell’arco di un campionato.

Il Frosinone comunque resta al comando della classifica cadetta e terminerà il girone d’andata al primo posto, comunque andrà la partita con la Ternana.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News